Costolette di vitello con mele e prugne



0

Se sei stufa dei soliti secondi piatti e cerchi un piatto di carne appetitoso e raffinato da preparare in pochissimo tempo per una cena o per il pranzo della domenica, le costolette di vitello con mele e prugne sono la soluzione ideale. Accompagnate secondo l’usanza tipica della cucina araba medievale da un delizioso contorno di frutta, queste costolette si preparano in mezz’ora. Inoltre, pur trattandosi di una pietanza dal sopore mediorientale, in questo secondo piatto non mancano i riferimenti gastronomici all’Italia grazie all’aggiunta dello speck, un prodotto tipico altoatesino.

Per una variante un po’ più teutonica di questo secondo piatto, suggeriamo di irrorare le costolette di vitello con la birra anziché con il vino bianco e di rosolare nel burro, in una padella a parte, il contorno a base di mele e prugne, irrorandolo con 30 g di vino bianco.

Specifiche:

Tempo di preparazione: 30 minuti

Difficoltà: facile

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 costolette di vitello
  • 2 fette di speck
  • 1 mela
  • 80 g di prugne secche
  • 1 rametto di mirto
  • 50 g di gherigli di noce
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 3 dl di brodo di carne q.b.
  • 4 cucchiai di farina
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Occorrente:

  • uno scavino
  • una padella grande
  • una ciotola
  • una pentola per il brodo

Secondi piatti: preparazione delle costolette di vitello con mele e prugne

Per preparare la ricetta delle costolette di vitello con mele e prugne parti dalla frutta, quindi immergi in acqua tiepida le prugne secche fino a farle ammorbidire, poi sbuccia la mela e ricava alcune sfere con l’ausilio di uno scavino.

A questo punto passa alla carne, quindi insaporisci con sale e pepe le costolette di vitello e infarinale. Dopodiché mettile a rosolare in una padella con l’olio extravergine di oliva, unisci lo speck ridotto a bastoncini, le sfere di mela, le prugne secche ammorbidite e le noci e fai rosolare per almeno altri 2 minuti. Ora bagna con il vino bianco e lascia evaporare, poi versa il brodo di carne bollente preparato a parte, unisci il mirto e fai cuocere per altri 8 minuti.

A cottura ultimata, togli le costolette dal fuoco e disponile nel piatto da portata insieme al contorno di frutta, speck e noci, poi bagna il tutto con il fondo di cottura e servi subito.

Come buona parte dei secondi piatti di carne, le costolette di vitello con mele e prugne si sposano benissimo con vini rossi dotati di una buona morbidezza e di una discreta struttura e sapidità come il Dolcetto d’Alba, un vino piemontese dall’aroma vinoso e gradevole e dal sapore asciutto, armonico e piacevolmente amarognolo, o come il Colli del Trasimeno Rosso DOC, un vino umbro, vinoso e fruttato, dal sapore asciutto e armonico.

Ottimo e apprezzatissimo, poiché ideale per accompagnare le carni rosse e i salumi, è anche il Gaggiarone Vino rosso amaro Bonarda di Rovescala, caratterizzato da un sentore di mandorla amara e da un sapore asciutto, deciso e leggermente amarognolo.

Share.

About Author

Comments are closed.