Essere diabetico ma goloso, è possibile: non lasciare che il diabete ti controlli, controllalo tu!



0

Di diabete abbiamo già parlato nell’articolo:  cosa vuol dire essere diabetici. In poche parole, per riepilogare, il diabete è uno stato in cui il corpo cambia il modo in cui utilizza il glucosio per produrre energia. Una persona normale trasforma il cibo in glucosio, che tramite il sangue arriva alle cellule del corpo. In un soggetto affetto da diabete le cellule non riescono a ricevere il glucosio, che si accumula nel sangue, e si indeboliscono. Il diabete è una patologia cronica e degenerativa, è “per sempre”. Per questo motivo oltre ai sintomi fisici come la poliuria, la continua fame e sete, la perdita di peso, la stanchezza, pruriti e formicolii etc. ha anche forti risvolti psicologici. La presa di coscienza della malattia non è sempre facile, perché nei primi stadi la malattia non si manifesta in maniera invasiva e quindi tende ad essere sottovalutata dalla persona che ne è affetta. È statisticamente provato che una persona diabetica su tre è stata o è clinicamente depressa e stressata: sente su di sé un peso, realmente poi rafforzato spesso da dolori fisici, che sembra ricordargli in maniera martellante ogni momento la propria condizione di malattia e la sensazione di insoddisfazione di sé. Ansia, paura, solitudine che in molti casi trovano sfogo nel cibo, il che non fa che peggiorare la situazione che si fa sempre più cupa. Anche i medicinali antidepressivi, tendono a creare aumento di peso, il che è la classica situazione identificata con un cane che si morde la coda.

Essere diabetico ma reagire

La chiave per la soluzione a questo stato d’animo è reagire e non può che venire dalla persona diabetica stessa. In primo luogo amico diabetico non sentirti una mosca bianca per essere affetto da questa malattia, non sei solo, non hai colpe: 3 milioni di italiani hanno la tua stessa patologia e vivono benissimo, tu puoi non essere da meno, quindi razionalizza la tua malattia, prendine coscienza e prendi le redini della tua vita! Basta volerlo! Non lasciare che il diabete ti controlli, controllalo tu. Se è vero infatti che dal diabete non si guarisce nemmeno con i trattamenti, è possibile comunque avere un tenore di vita buono, vivere una vita felice e tenere sotto controllo la malattia. Questo sì che è possibile, ed è qui che il malato deve concentrare le sue energie! È un’ottima notizia e non dobbiamo mai dimenticarlo! Fare regolarmente esercizio fisico e mangiare in modo sano ed equilibrato sono i due punti chiave fondamentali per tenere la situazione sotto controllo. L’esercizio fisico porta molti benefici sia fisici che psicologici. In primo luogo è utile per controllare il peso e il livello di colesterolo e di zuccheri nel sangue, in secondo luogo, non meno importante, aiuta a sentirsi meglio con sé stessi: si ha la sensazione di essere più energici, si scarica la tensione e lo stress diminuisce, per una generale sensazione di avere il controllo della proprio corpo e della propria vita. Ricordate che è importante essere sicuri di fare un’attività fisica adatta al proprio stato di salute, quindi è vivamente consigliato un preventivo controllo medico completo prima di iniziare. Se invece non siete degli sportivi provate a seguire piccoli accorgimenti: ignorate gli ascensori e usate le scale, parcheggiate un po’ più distante per fare tratti più lunghi a piedi, fate due passi in pausa al lavoro o nel tempo libero, telefonate camminando avanti e indietro, state all’aperto, occupatevi voi di attività come fare la spesa, lavare l’auto, usare il tagliaerba, buttare la spazzatura, passare l’aspirapolvere. Sono tutti sistemi per fare dell’attività fisica anche se non vi va di impegnarvi a fare del vero e proprio sport. Ricordate per sicurezza di avere sempre con voi un documento, qualcosa con le vostre informazioni mediche e il numero di una persona da chiamare in caso di emergenza; di bere molto prima, durante e dopo l’attività fisica, anche se non avete sete; di evitare di fare sforzo in condizioni sfavorevoli: se siete malati, raffreddati o se le condizioni climatiche non sono favorevoli, come troppo caldo o troppo freddo. Non meno importante e non scontato è dirvi di non nascondere la vostra malattia! Può essere infatti importante nel caso di bisogno che chi vi sta intorno sappia come comportarsi.

Essere diabetico ma goloso

Per quanto riguarda l’alimentazione del soggetto diabetico è importante coniugare la propria golosità e soddisfazione alimentare con una dieta che risponda alle necessità della malattia. Questo è possibile in parte accontentandosi su determinati punti salienti, e i parte reinventando le ricette in maniera opportuna. In primis è fondamentale scegliere cibi sani, prediligere il più possibile alimenti di origine vegetale e metodi di cottura senza grassi. Imparate, amici diabetici, a gustare la cucina a vapore per esempio. Limitate il consumo di carni grasse e di salumi, preferendo piuttosto carni magre come gli avicoli e il pesce. Consumate molta frutta e verdura e alimenti ricchi di fibre, come i legumi e i cereali integrali. Cancellate le bibite zuccherate, per togliervi la soddisfazione ogni tanto troverete sul mercato bibite senza zucchero. Non saltate mai i pasti, evitate di piluccare, ma accomodatevi e consumate il vostro pasto perché ve lo meritate. Vogliatevi bene e cucinate per voi stessi, con un pizzico di attenzione potrete ottenere pasti golosi e adatti alla vostra patologia! A questo proposito provate il dolce più tradizionale della cucina italiana, la torta di mele per diabetici !

Share.

About Author

Comments are closed.